Cari amici di Fondazione P.G.R. 

come tutti, o quasi, noi al momento abbiamo sospeso le nostre attività

e ci troviamo a guardare al futuro domandandoci quando e come potremo finalmente tornare alla nostra normalità.

Dalla sua nascita la Fondazione ha adottato come propria immagine d'elezione una tavoletta dei Santi ausiliatori,

i quattordici santi che, dal Quattrocento a Paolo VI, sono stati invocati in occasione di grave bisogno, specialmente

di fronte a malattie che sembravano impossibili da debellare. Sebbene ogni santo fosse investito della cura di un singolo morbo,

la loro azione era efficace solo se invocati in modo collettivo.  

 

Nell'inviarvi il saluto della Fondazione ci piace ricordarli.

Chi è credente, tra noi e voi, potrà affidarsi a loro, ma tutti, ne siamo convinti, abbiamo da ricavarne una lezione e una speranza: che solo con uno sforzo comune potremo debellare questo morbo che al momento pare invincibile.

 

Fondazione P.G.R.